Eventi

Mar
24
sab
Pagazzano, Ritratti di Donna con opere di Andy Warhol @ Castello di Pagazzano
Mar 24–Apr 26 giorno intero
Pagazzano, Ritratti di Donna con opere di Andy Warhol @ Castello di Pagazzano | Pagazzano | Lombardia | Italia

 “Ritratti di donna” opere di Andy Warhol

dal 24 Marzo al 26 Aprile 2018

Un bellissimo incontro per raccontare la donna nell’arte, la donna che rappresenta bellezza, segreti, saggezza spirituale, compagnia e guarigione. Una donna è madre, sorella, amica, moglie, amante. La cosa più bella di ogni donna è che può essere tutte queste cose contemporaneamente. Le donne, nei sogni, rappresentano proprio questi tratti, simpatia, ricettività, sensibilità, nutrimento, intuizione, creatività, generosità, cura e amore.

Venite a scoprirlo a partire da sabato 24 marzo fino al 26 aprile presso la splendida cornice del castello di Pagazzano.
La mostra “Ritratti di donna” conterà sulla presenza di opere di artisti del calibro di Andy Warhol, Mimmo Rotella, Maurizio Galimberti  e Rabarama.

In mostra anche opere di Aurelio Bruni, Fabio Perla, Paolo Medici, Rosy Mantovani, Simona Ragazzi, Ornella de Rosa, Franco Cisternino, Mario de Luca e Francesco verdi.

APERTURE:

Ven: ore 20-23
Sab: ore 15-21
Dom: ore 10-19
Aperto anche nelle festività del 2 e del 25 aprile. 

INFO E PRENOTAZIONI EVENTI:

Tel. 329 1923261
Sito: www.ritrattididonnapagazzano.it
Mail: info.castello@comune.pagazzano.bg.it
Facebook: Ritratti di donna pagazzano 

 

Possibilità di visita della mostra per gruppi organizzati/scolaresche su prenotazione in altre date.

Per visualizzare la locandina clicca qui

 

Mar
27
mar
Romano di Lombardia, I martedì dell’arte @ Sala della Rocca
Mar 27–Lug 27 giorno intero
Romano di Lombardia, I martedì dell'arte @ Sala della Rocca | Romano di Lombardia | Lombardia | Italia

Dal 23 gennaio al 29 maggio alle ore 21.00, presso la sala della Rocca di Romano di Lombardia, si terranno una serie di incontri incentrati sul mondo dell’arte.

Relatrice:
Silvia Carminati

Date:
Martedì 23 gennaio Giacomo Quarenghi architetto degli Zar

Martedì 27 febbraio Il mito di Raffaello 

Martedì 27 marzo Frida Khalo donna e artista

Martedì 24 aprile Durer tra Germania e Italia 

Martedì 29 maggio Caravaggio, l’antirinascimento

N.B: Gli incontri sono aperti a tutti e sono gratuiti

Per visualizzare la locandina

Apr
13
ven
Palosco, Cineforum dedicato ad Ermanno Olmi @ Auditorium Comunale
Apr 13–Apr 27 giorno intero
Palosco, Cineforum dedicato ad Ermanno Olmi @ Auditorium Comunale

Dal 13 al 27 aprile, per tre venerdì consecutivi (ore 20.30) si terrà, presso il comune di Palosco (Auditorium Comunale), una rassegna cinematografica promossa dall’associazione San Lorenzo Eventi e dedicata al regista-documentarista Ermanno Olmi.          

          

  • venerdì 13 aprile ore 20.30 proiezione del film “L’albero degli zoccoli”
     Per visualizzare la locandina clicca qui 
  •  venerdì 20 aprile ore 20.30 proiezione del film “Torneranno i prati” 
     Per visualizzare la locandina clicca qui
  • venerdì 27 aprile ore 20.30 proiezione del film “Terra madre” 
    Per visualizzare la locandina clicca qui
    Introduzione e presentazione dei film a cura della Maestra Giovanna Capuano e del Prof. Franco Loda

 

 

 

Apr
20
ven
Palosco, Cineforum dedicato ad Ermanno Olmi @ Auditorium Comunale
Apr 20–Mag 4 giorno intero
Palosco, Cineforum dedicato ad Ermanno Olmi @ Auditorium Comunale

Dal 13 al 27 aprile, per tre venerdì consecutivi (ore 20.30) si terrà, presso il comune di Palosco (Auditorium Comunale), una rassegna cinematografica promossa dall’associazione San Lorenzo Eventi e dedicata al regista-documentarista Ermanno Olmi.          

          

  • venerdì 13 aprile ore 20.30 proiezione del film “L’albero degli zoccoli”
     Per visualizzare la locandina clicca qui 
  •  venerdì 20 aprile ore 20.30 proiezione del film “Torneranno i prati” 
     Per visualizzare la locandina clicca qui
  • venerdì 27 aprile ore 20.30 proiezione del film “Terra madre” 
    Per visualizzare la locandina clicca qui
    Introduzione e presentazione dei film a cura della Maestra Giovanna Capuano e del Prof. Franco Loda

 

 

 

Apr
21
sab
Calcio, Settimana della cultura @ Castello- Villa Oldofredi
Apr 21–Mag 1 giorno intero
Calcio, Settimana della cultura @ Castello- Villa Oldofredi | Calcio | Lombardia | Italia

SETTIMANA DELLA CULTURA  
dal 21 aprile al 1 maggio 
Castello – Villa Oldofredi via Umberto I 43, Calcio (Bg) 

Undici giorni di appuntamenti all’insegna di arte, teatro, musica, gastronomia, filosofia, storia, scienza, poesia nel comune di Calcio.

La cornice sarà il castello-villa Oldofredi, dimora del patriota Ercole Oldofredi Tadini e luogo in cui fu ospitato Napoleone III dallo stesso Tadini prima della battaglia di Solferino del 1859.

L’ingresso agli eventi è gratuito. L’evento è organizzato dall’Amministrazione Comunale di Calcio, Assessorato all’Istruzione e alla Cultura.

Di seguito il ricco programma:

Sabato 21 aprile

  • ore 18.00: inaugurazione della mostra personale di Amedeo Togni, una mostra d’arte contemporanea tutta al femminile a cura di Casa Testori.
    Orario feriale: 20.00-22.30, Orario festivo 14.30-18.00 e 20.00-22.30
    Per maggiori informazioni sulla mostra visualizza il comunicato stampa cliccando qui
    L’inaugurazione sarà accompagnata  dal corpo Bandistico San Gottardo.
  • ore 20.45: presentazione della fondatrice delle suore Passioniste

Domenica 22 aprile  

  • ore 15.30: Amministrazione trasparente, intervento del Comandante della Guardia di Finanza di Treviglio (Bg) – Capitano Maria Luisa Ciancia
  • ore 20.45: Spettacolo teatrale “La monaca di Monza: da Manzoni a Testori” Mino Manni e Marta Ossoli (violinista Silvia Mangiarotti)

Lunedì 23 aprile

  • ore 20.45: Concerto di Musica Sacra con il Coro polifonico ADIEMUS

Martedì 24 aprile

  • ore 20.45: presentazione del romanzo “La verità di Elvira. Puccini e l’amore egoista” a cura della scrittrice  Isabella Brega

Mercoledì 25 aprile

  • ore 18.30: Giornata del Gusto con prodotti del nostro territorio “Degustazione prodotti”
  • ore 20.45: “Processo al cioccolato”

Giovedì 26 aprile

  • ore 20.45: Serata con la filosofia “Consenso , autonomia e dignità”  con la relatrice Michela Marzano

Venerdì 27 aprile

  • ore 20.45: Pietro Ghislandi “Artigiano della voce”. L’attore racconta la magia delle corde vocali di un ventriloquo. 

Sabato 28 aprile

  • ore 20.45: Lino Varietti… “L’uomo”… Uno dei protagonisti di quando il rock italiano divenne Arte

Domenica 29 aprile 

  • ore 15.30: “16 giugno 1859. Napoleone III a Calcio”, esposizione storica  a cura degli studenti della scuola secondaria di Calcio (Bg)
  • ore 20.45: Curiosità sul tempo con il Colonnello Mario Giuliacci

Lunedì 30 aprile 

  • ore 20.45: Osservatorio LA Torre del sole: “E quindi uscimmo a riveder le stelle”

Martedì 1 maggio

  • ore 20.45: “Eternamente vivo”, raccolta di poesie di Alda Merini. Presentazione libro e cortometraggio  a cura di Arnoldo Mosca Mondadori.

 

L’intera manifestazione sarà con ingresso gratuito.
Per visualizzare la locandina clicca qui

Per info:
Tel. 0363 968444
www.comune.calcio.bg.it

Apr
23
lun
Calcio, mostra “Tra le tue braccia non invecchia il cuore” @ Castello Oldofredi
Apr 23@18:00
Calcio, mostra "Tra le tue braccia non invecchia il cuore" @ Castello Oldofredi | Sant'Agata li Battiati | Sicilia | Italia

7 ARTISTE AL CASTELLO OLDOFREDI

Tra le tue braccia non invecchia il cuore 7 artiste al Castello Oldofredia cura di Casa Testori | Giuseppe Frangi
Castello Oldofredi Via Umberto I 43, Calcio (BG)
Inaugurazione sabato 21 aprile ore 18

Dal 22 aprile al 20 maggio 2018
Orari di apertura:
Fino al 1 maggio: feriali 20 – 22.30 / festivi 14.30 – 18 e 20 – 22.30
Dal 2 maggio apertura solo: sabato (20 – 22.30) e domenica (14.30 – 18 e 20 – 22.30)

Ingresso libero
Accompagna la mostra un catalogo in omaggio con immagini di allestimento.

Casa Testori presenta “Tra le tue braccia non invecchia il cuore”, progetto espositivo a cura di Giuseppe Frangi, che inaugurerà sabato 21 aprile alle 18.00, in occasione della Settimana
della Cultura 2018 promossa dal Comune di Calcio. Prende il la da un verso intenso di Alda Merini questa mostra fuori dal consueto. Siamo a Calcio, negli spazi bellissimi del Castello Oldofredi: una struttura di origini seicentesche, tanto elegante quanto sobria. Sette artiste si confrontano a partire da quella suggestione che ha a che fare con la funzione che questo edificio oggi inaspettatamente svolge: è abitata da suore dell’ordine delle Passioniste, che fanno accoglienza a ragazze e donne chene hanno bisogno. Un luogo dove l’accoglienza discreta è un’esperienza tutta al
femminile. Le sette artiste sono state chiamate a realizzare quasi un’esperienza corale, con grande attenzione ai raccordi tra le opere di ciascuna, come a stendere un sottofondo visivo
all’esperienza umana che qui ogni giorno si realizza. La mostra prende avvio con i delicati origami dipinti di Marica Fasoli dai quali emerge una narrazione: la storia di Sadako Sasaki, bambina vittima della bomba su Hiroshima, che nella malattia realizzò 644 gru con la tecnica degli origami. Fatima Bianchi propone un video che è un’indagine poetica sul suo nome proprio. Fatima è infatti diffuso sia nel mondo cattolico che in quello musulmano. È un nome di pace che risuona nel canto una musicista algerina tra i luoghi della città di Marsiglia.
Nella grande sala del camino sfilano come ex voto senza tempo, le Madonnine di Fulvia Mendini, con l’aria pura e quasi fatata. Un’altra parete è invece punteggiata di altri ex voto: sono i cuori di ceramica realizzati da Adriana Albertini, varianti accese di vita del piccolo stemma che le suore portano sulla veste. A proposito di accensioni, Albertini ha voluto suggerire l’idea di un fuoco che straborda dal camino con tizzoni plasmati in argilla. Nel transito verso la sala successiva fanno capolino i lavori di Elena Vavaro, giovane artista che riflette sull’immagine femminile, sognando contaminazioni fluide con forme vegetali. Sul fondo dominano le creazioni di Michela Pomaro, che ha composto  variazioni sul grigio, a bande orizzontali. Le opere, ispirate ai grigi delle vesti delle sorelle passioniste, sono qualcosa di più di semplici quadri: il colore non è soltanto dipinto, ma lavorato con estrema cura e offerto in rilievo. La mostra si chiude nel grande salone con il colpo a sorpresa di Julia Krahn, artista tedesca che lavora tra Milano e la Germania. Da sempre attenta a perlustrare la spiritualità, Krahn presenta al Castello Oldofredi un’anteprima di un work in progress sul tema di Maria Maddalena. Frammenti di Maddalene contemporanee sono esposti come wallpaper su grandi parallelepipedi espositivi.
Il titolo/logo della mostra è stato gentilmente realizzato dalla giovane calligrafa Chiara Riva.

 

Apr
24
mar
Romano di Lombardia, I martedì dell’arte @ Sala della Rocca
Apr 24–Ago 24 giorno intero
Romano di Lombardia, I martedì dell'arte @ Sala della Rocca | Romano di Lombardia | Lombardia | Italia

Dal 23 gennaio al 29 maggio alle ore 21.00, presso la sala della Rocca di Romano di Lombardia, si terranno una serie di incontri incentrati sul mondo dell’arte.

Relatrice:
Silvia Carminati

Date:
Martedì 23 gennaio Giacomo Quarenghi architetto degli Zar

Martedì 27 febbraio Il mito di Raffaello 

Martedì 27 marzo Frida Khalo donna e artista

Martedì 24 aprile Durer tra Germania e Italia 

Martedì 29 maggio Caravaggio, l’antirinascimento

N.B: Gli incontri sono aperti a tutti e sono gratuiti

Per visualizzare la locandina

Calcio, mostra “Tra le tue braccia non invecchia il cuore” @ Castello Oldofredi
Apr 24@18:00
Calcio, mostra "Tra le tue braccia non invecchia il cuore" @ Castello Oldofredi | Sant'Agata li Battiati | Sicilia | Italia

7 ARTISTE AL CASTELLO OLDOFREDI

Tra le tue braccia non invecchia il cuore 7 artiste al Castello Oldofredia cura di Casa Testori | Giuseppe Frangi
Castello Oldofredi Via Umberto I 43, Calcio (BG)
Inaugurazione sabato 21 aprile ore 18

Dal 22 aprile al 20 maggio 2018
Orari di apertura:
Fino al 1 maggio: feriali 20 – 22.30 / festivi 14.30 – 18 e 20 – 22.30
Dal 2 maggio apertura solo: sabato (20 – 22.30) e domenica (14.30 – 18 e 20 – 22.30)

Ingresso libero
Accompagna la mostra un catalogo in omaggio con immagini di allestimento.

Casa Testori presenta “Tra le tue braccia non invecchia il cuore”, progetto espositivo a cura di Giuseppe Frangi, che inaugurerà sabato 21 aprile alle 18.00, in occasione della Settimana
della Cultura 2018 promossa dal Comune di Calcio. Prende il la da un verso intenso di Alda Merini questa mostra fuori dal consueto. Siamo a Calcio, negli spazi bellissimi del Castello Oldofredi: una struttura di origini seicentesche, tanto elegante quanto sobria. Sette artiste si confrontano a partire da quella suggestione che ha a che fare con la funzione che questo edificio oggi inaspettatamente svolge: è abitata da suore dell’ordine delle Passioniste, che fanno accoglienza a ragazze e donne chene hanno bisogno. Un luogo dove l’accoglienza discreta è un’esperienza tutta al
femminile. Le sette artiste sono state chiamate a realizzare quasi un’esperienza corale, con grande attenzione ai raccordi tra le opere di ciascuna, come a stendere un sottofondo visivo
all’esperienza umana che qui ogni giorno si realizza. La mostra prende avvio con i delicati origami dipinti di Marica Fasoli dai quali emerge una narrazione: la storia di Sadako Sasaki, bambina vittima della bomba su Hiroshima, che nella malattia realizzò 644 gru con la tecnica degli origami. Fatima Bianchi propone un video che è un’indagine poetica sul suo nome proprio. Fatima è infatti diffuso sia nel mondo cattolico che in quello musulmano. È un nome di pace che risuona nel canto una musicista algerina tra i luoghi della città di Marsiglia.
Nella grande sala del camino sfilano come ex voto senza tempo, le Madonnine di Fulvia Mendini, con l’aria pura e quasi fatata. Un’altra parete è invece punteggiata di altri ex voto: sono i cuori di ceramica realizzati da Adriana Albertini, varianti accese di vita del piccolo stemma che le suore portano sulla veste. A proposito di accensioni, Albertini ha voluto suggerire l’idea di un fuoco che straborda dal camino con tizzoni plasmati in argilla. Nel transito verso la sala successiva fanno capolino i lavori di Elena Vavaro, giovane artista che riflette sull’immagine femminile, sognando contaminazioni fluide con forme vegetali. Sul fondo dominano le creazioni di Michela Pomaro, che ha composto  variazioni sul grigio, a bande orizzontali. Le opere, ispirate ai grigi delle vesti delle sorelle passioniste, sono qualcosa di più di semplici quadri: il colore non è soltanto dipinto, ma lavorato con estrema cura e offerto in rilievo. La mostra si chiude nel grande salone con il colpo a sorpresa di Julia Krahn, artista tedesca che lavora tra Milano e la Germania. Da sempre attenta a perlustrare la spiritualità, Krahn presenta al Castello Oldofredi un’anteprima di un work in progress sul tema di Maria Maddalena. Frammenti di Maddalene contemporanee sono esposti come wallpaper su grandi parallelepipedi espositivi.
Il titolo/logo della mostra è stato gentilmente realizzato dalla giovane calligrafa Chiara Riva.

 

Apr
25
mer
Calcio, mostra “Tra le tue braccia non invecchia il cuore” @ Castello Oldofredi
Apr 25@18:00
Calcio, mostra "Tra le tue braccia non invecchia il cuore" @ Castello Oldofredi | Sant'Agata li Battiati | Sicilia | Italia

7 ARTISTE AL CASTELLO OLDOFREDI

Tra le tue braccia non invecchia il cuore 7 artiste al Castello Oldofredia cura di Casa Testori | Giuseppe Frangi
Castello Oldofredi Via Umberto I 43, Calcio (BG)
Inaugurazione sabato 21 aprile ore 18

Dal 22 aprile al 20 maggio 2018
Orari di apertura:
Fino al 1 maggio: feriali 20 – 22.30 / festivi 14.30 – 18 e 20 – 22.30
Dal 2 maggio apertura solo: sabato (20 – 22.30) e domenica (14.30 – 18 e 20 – 22.30)

Ingresso libero
Accompagna la mostra un catalogo in omaggio con immagini di allestimento.

Casa Testori presenta “Tra le tue braccia non invecchia il cuore”, progetto espositivo a cura di Giuseppe Frangi, che inaugurerà sabato 21 aprile alle 18.00, in occasione della Settimana
della Cultura 2018 promossa dal Comune di Calcio. Prende il la da un verso intenso di Alda Merini questa mostra fuori dal consueto. Siamo a Calcio, negli spazi bellissimi del Castello Oldofredi: una struttura di origini seicentesche, tanto elegante quanto sobria. Sette artiste si confrontano a partire da quella suggestione che ha a che fare con la funzione che questo edificio oggi inaspettatamente svolge: è abitata da suore dell’ordine delle Passioniste, che fanno accoglienza a ragazze e donne chene hanno bisogno. Un luogo dove l’accoglienza discreta è un’esperienza tutta al
femminile. Le sette artiste sono state chiamate a realizzare quasi un’esperienza corale, con grande attenzione ai raccordi tra le opere di ciascuna, come a stendere un sottofondo visivo
all’esperienza umana che qui ogni giorno si realizza. La mostra prende avvio con i delicati origami dipinti di Marica Fasoli dai quali emerge una narrazione: la storia di Sadako Sasaki, bambina vittima della bomba su Hiroshima, che nella malattia realizzò 644 gru con la tecnica degli origami. Fatima Bianchi propone un video che è un’indagine poetica sul suo nome proprio. Fatima è infatti diffuso sia nel mondo cattolico che in quello musulmano. È un nome di pace che risuona nel canto una musicista algerina tra i luoghi della città di Marsiglia.
Nella grande sala del camino sfilano come ex voto senza tempo, le Madonnine di Fulvia Mendini, con l’aria pura e quasi fatata. Un’altra parete è invece punteggiata di altri ex voto: sono i cuori di ceramica realizzati da Adriana Albertini, varianti accese di vita del piccolo stemma che le suore portano sulla veste. A proposito di accensioni, Albertini ha voluto suggerire l’idea di un fuoco che straborda dal camino con tizzoni plasmati in argilla. Nel transito verso la sala successiva fanno capolino i lavori di Elena Vavaro, giovane artista che riflette sull’immagine femminile, sognando contaminazioni fluide con forme vegetali. Sul fondo dominano le creazioni di Michela Pomaro, che ha composto  variazioni sul grigio, a bande orizzontali. Le opere, ispirate ai grigi delle vesti delle sorelle passioniste, sono qualcosa di più di semplici quadri: il colore non è soltanto dipinto, ma lavorato con estrema cura e offerto in rilievo. La mostra si chiude nel grande salone con il colpo a sorpresa di Julia Krahn, artista tedesca che lavora tra Milano e la Germania. Da sempre attenta a perlustrare la spiritualità, Krahn presenta al Castello Oldofredi un’anteprima di un work in progress sul tema di Maria Maddalena. Frammenti di Maddalene contemporanee sono esposti come wallpaper su grandi parallelepipedi espositivi.
Il titolo/logo della mostra è stato gentilmente realizzato dalla giovane calligrafa Chiara Riva.

 

Apr
26
gio
Calcio, mostra “Tra le tue braccia non invecchia il cuore” @ Castello Oldofredi
Apr 26@18:00
Calcio, mostra "Tra le tue braccia non invecchia il cuore" @ Castello Oldofredi | Sant'Agata li Battiati | Sicilia | Italia

7 ARTISTE AL CASTELLO OLDOFREDI

Tra le tue braccia non invecchia il cuore 7 artiste al Castello Oldofredia cura di Casa Testori | Giuseppe Frangi
Castello Oldofredi Via Umberto I 43, Calcio (BG)
Inaugurazione sabato 21 aprile ore 18

Dal 22 aprile al 20 maggio 2018
Orari di apertura:
Fino al 1 maggio: feriali 20 – 22.30 / festivi 14.30 – 18 e 20 – 22.30
Dal 2 maggio apertura solo: sabato (20 – 22.30) e domenica (14.30 – 18 e 20 – 22.30)

Ingresso libero
Accompagna la mostra un catalogo in omaggio con immagini di allestimento.

Casa Testori presenta “Tra le tue braccia non invecchia il cuore”, progetto espositivo a cura di Giuseppe Frangi, che inaugurerà sabato 21 aprile alle 18.00, in occasione della Settimana
della Cultura 2018 promossa dal Comune di Calcio. Prende il la da un verso intenso di Alda Merini questa mostra fuori dal consueto. Siamo a Calcio, negli spazi bellissimi del Castello Oldofredi: una struttura di origini seicentesche, tanto elegante quanto sobria. Sette artiste si confrontano a partire da quella suggestione che ha a che fare con la funzione che questo edificio oggi inaspettatamente svolge: è abitata da suore dell’ordine delle Passioniste, che fanno accoglienza a ragazze e donne chene hanno bisogno. Un luogo dove l’accoglienza discreta è un’esperienza tutta al
femminile. Le sette artiste sono state chiamate a realizzare quasi un’esperienza corale, con grande attenzione ai raccordi tra le opere di ciascuna, come a stendere un sottofondo visivo
all’esperienza umana che qui ogni giorno si realizza. La mostra prende avvio con i delicati origami dipinti di Marica Fasoli dai quali emerge una narrazione: la storia di Sadako Sasaki, bambina vittima della bomba su Hiroshima, che nella malattia realizzò 644 gru con la tecnica degli origami. Fatima Bianchi propone un video che è un’indagine poetica sul suo nome proprio. Fatima è infatti diffuso sia nel mondo cattolico che in quello musulmano. È un nome di pace che risuona nel canto una musicista algerina tra i luoghi della città di Marsiglia.
Nella grande sala del camino sfilano come ex voto senza tempo, le Madonnine di Fulvia Mendini, con l’aria pura e quasi fatata. Un’altra parete è invece punteggiata di altri ex voto: sono i cuori di ceramica realizzati da Adriana Albertini, varianti accese di vita del piccolo stemma che le suore portano sulla veste. A proposito di accensioni, Albertini ha voluto suggerire l’idea di un fuoco che straborda dal camino con tizzoni plasmati in argilla. Nel transito verso la sala successiva fanno capolino i lavori di Elena Vavaro, giovane artista che riflette sull’immagine femminile, sognando contaminazioni fluide con forme vegetali. Sul fondo dominano le creazioni di Michela Pomaro, che ha composto  variazioni sul grigio, a bande orizzontali. Le opere, ispirate ai grigi delle vesti delle sorelle passioniste, sono qualcosa di più di semplici quadri: il colore non è soltanto dipinto, ma lavorato con estrema cura e offerto in rilievo. La mostra si chiude nel grande salone con il colpo a sorpresa di Julia Krahn, artista tedesca che lavora tra Milano e la Germania. Da sempre attenta a perlustrare la spiritualità, Krahn presenta al Castello Oldofredi un’anteprima di un work in progress sul tema di Maria Maddalena. Frammenti di Maddalene contemporanee sono esposti come wallpaper su grandi parallelepipedi espositivi.
Il titolo/logo della mostra è stato gentilmente realizzato dalla giovane calligrafa Chiara Riva.

 

Idee per gite e week end

La Bassa Bergamasca Orientale è un territorio antico e poco conosciuto, a pochi km dall'aeroporto di Orio, da Bergamo alta, dalle città d'arte di Lombardia e Veneto e dalle vie dello shopping di Milano. Pieno di sorprese storiche, artistiche, naturali e gastronomiche, ecco alcune idee per week end e gite fuori porta.

Giornate dei Castelli, palazzi e borghi medievali 2018 Giornate dei Castelli, palazzi e borghi medievali 2018
Giornate dei castelli, palazzi e borghi medievali 2018   25 aprile fra borghi e castelli! Dopo un vero e proprio “assalto ai castelli” che...
L’albero degli zoccoli 1978 - 2018. 40° anniversario della Palma d’oro al Festival di Cannes L’albero degli zoccoli 1978 - 2018. 40° anniversario della Palma d’oro al Festival di Cannes
Il progetto Il film I luoghi del film Gli eventi sul territorio Proposte tematiche per convegni ed eventi La rassegna stampa Come sostenere il...
Arte e Architettura Sacra Arte e Architettura Sacra
Una ricchezza artistica oltre che religiosa del nostro territorio, a volte sottovalutata, sono le chiese e gli antichi santuari presenti nei nostri paesi che...
Natura e Parchi Natura e Parchi
IL PARCO DEL FIUME SERIO A cavallo delle province di Bergamo e Cremona si trova il Parco del Fiume Serio, un’area protetta dal 1973....